Ultim'ora

Gli oligarchi della verità nella Bassa Pavese. L’assolutismo ideologico di Berneri svanito nelle urne

Abbiamo volutamente aspettato che la turbolenza passasse, onde evitare crociere invasive; ora possiamo usare termini semplici e appropriati per parlare di un esito elettorale che nella Bassa Pavese ha lasciato qualcuno di stucco ed altri stupefatti.

Le forze sbraitanti non hanno vinto, così come l’assolutismo ideologico e gli oligarchi della verità: il sindaco di Monticelli, Berneri, e altri sulla sua riga, ne sanno qualcosa. Per carità non ci siano offese o risentimenti, solo osservazioni, magari politiche. Fatto sì è che la distanza siderale tra le proprie convinzioni e la realtà dimostrata dal corpo elettorale è stata notevole, significativamente notevole. Quindi, non è una questione di sconfitta o di indifferenza, ma la dimostrazione di una forbice che taglia di netto considerazioni credute ad ogni modo plausibili e cavalcabili: in pratica, una batosta caratteriale non su questioni di lana caprina, bensì di mulini a vento, cercati ed individuati con fragore assordante per mesi e anni. Non è una battaglia persa, ma una guerra dimostratasi infondata, democraticamente infondata.

524 Total Views 1 Views Today