Ultim'ora

Pavia, aree dismesse: degrado senza fine

Non vogliamo più elencarle, le aree dismesse a Pavia sono tante e vaste quanto interi quartieri e sono in uno stato di degrado scandaloso. Non vogliamo nemmeno elencare quali e quanti sindaci si sono succeduti da quando sono iniziate le dismissioni industriali civili e militari, da quando sono sparite le caserme e i depositi del Genio per far posto all’abbandono più totale. Vogliamo solo ricordare che questi vuoti sono in cattivo presagio per il futuro e simbolo di inefficienza di una lunga serie di amministratori, sia politici che di aziende produttive. Sono il risultato di una straordinaria inconcludenza del mondo imprenditoriale, dei loro beniamini che hanno rivestito incarichi pubblici e che tali vesti indossano ancora, sono l’espressione della miopia intellettuale che ha segregato una città che si crede “sapiente” per usucapione del suo ateneo, ma che in realtà è l’ultima ruota del carro della Lombardia. Eppure la gente di Pavia, sorniona, quella tenuta fuori dai valori aggiunti, non è così adagiata al fondo della valle: guarda e vede.

206 Total Views 1 Views Today