Ultim'ora

Oltrepò Pavese, bufera dopo le nomine. Il nuovo Consorzio perde i pezzi (da 90)

Di Davide Bortone

Nuova bufera in Oltrepò Pavese. In queste ore, produttori del calibro di Fabio Marazzi, che negli ultimi anni hanno contribuito al tentativo di rilancio dell’intera Denominazione, si sono chiamati fuori dal Consorzio.

Una decisione formalizzata nero su bianco all’ente che ha sede a Torrazza Coste (PV), assieme ad altre 13 aziende del territorio, molte delle quali di peso (come Torrevilla e Monsupello). Per mille ettari di vigneti complessivi (15% della produzione totale).

Un segnale forte, che disegna nuovi scenari per un Oltrepò che – già di per sé – fatica a imporsi con continuità nel panorama enologico nazionale.

A poche ore dal ribaltone, ecco il messaggio del direttore uscente del Consorzio Tutela Vini Pavese, Emanuele Bottiroli.

“La notizia di un nuovo scisma è un duro colpo – commenta – specie in una fase in cui sembrava ripristinato uno spirito di unità d’intenti per il bene comune. Viviamo certo il momento più doloroso nella storia del Consorzio e del territorio vitivinicolo, dopo i fatti del novembre 2014”.

Secondo Bottiroli, “si è comunque votato nell’unico modo in cui si poteva. Le regole che fissano il funzionamento di un consorzio di tutela erga omnes non sono scritte a livello locale. Quanto accaduto in Oltrepò interroga i piani alti del Ministero”.

Una critica pesante al sistema di voto che regola il mondo consortile in Italia, su cui si è espressa con chiarezza nei mesi scorsi anche la Federazione italiana vignaioli indipendenti (Fivi).

“Società di persone – osserva Bottiroli – sono state progressivamente trasformate in società per azioni. Tanto produci, tanto corrispondi per vigilanza e valorizzazione, tanto voti. E’ un modello imposto che crea una divaricazione profonda laddove siano presenti tipologie di aziende eterogenee o una moltitudine di piccole imprese familiari accanto a grandi realtà produttive”.

In merito alle responsabilità di quanto sta accadendo, Bottiroli non usa giri di parole: “La responsabilità che deve starci più a cuore è dare al territorio e ai suoi sforzi, verso qualità e reputazione, un’adeguata visibilità e una rappresentanza che sia un fiume e non mille rivoli”.

Non tutto è perduto, insomma. “Forse – continua Bottiroli – da un problema può nascere l’opportunità di ripartire, nel rispetto delle identità dei vari modelli aziendali in campo. La coabitazione nello stesso condominio, in Oltrepò, si è rivelata impossibile per motivi di litigiosità, di scelte e talvolta di stili diversi”.

“Ci sono percorsi che, evidentemente, procedono su binari paralleli – conclude il direttore del Consorzio di Tutela Vini Oltepò Pavese – o addirittura in rotta di collisione, diciamocelo, lasciando perdere quel ‘volemose bene’ a parole. Un’ipocrisia che poi non si traduce mai in fatti”.

Il tempo, insomma, sembra essersi fermato un’alta volta dalle parti di Pavia. Le premesse per un futuro capace di segnare una linea di condivisione tra “piccoli” e “grandi”, nel nome del bene del territorio, pare tradita. Ancora una volta.

GLI ELETTI
Di seguito, gli eletti al nuovo Consiglio che saranno chiamati a votare il nuovo presidente del Consorzio di Tutela Vini Oltrepò Pavese.

Viticoltori
Gatti Luigi, Legoratta Azienda Agricola Gatti Luigi (1.394 voti)
Bellani Luca, Azienda Agricola Cà di Frara Bellani Luca (1.302 voti)
Musselli Davide, Azienda Agricola Casone e Pradivolpe Musselli F.lli (1.236 voti)
Contardi Cirillo, Podere Brignolino Contardi Cirillo (1.174 voti)
Bevilacqua Simone, Tenuta Quvestra Società Agricola (1.158 voti)

Vinificatori
Gallotti Andrea, Torrevilla (16.584 voti)
Battaini Claudio, Azienda Agricola Sabaghina di Battaini & C. (15.905 voti)
Giorgi Andrea, Terre D’Oltrepò (15.245 voti)
Barbieri Andrea, Valle Versa (14.944 voti)
Lechiancole Roberto, Società Agricola Prime Alture (13.858 voti)

Imbottigliatori
Guarini Renato, Losito e Guarini (26.471 voti)
Vanzini Pier Paolo, Az. Vanzini di Antonio, Michela e Pier Paolo Vanzini (18.593 voti)
Olmo Piernicola, Castello Del Poggio (17.931 voti)
Decordi Quirico, Vinicola Decordi del Borgo Imperiale Cortesole (15.181 voti)
Vercesi Valeria, Vercesi Nando e F. Maurizio (14.340 voti)

210 Total Views 1 Views Today