Ultim'ora

Lombardia di paese e Lombardia di città. Occhio alle urne!

Nella Lombardia a forte trazione leghista e governata da decenni dal centrodestra mancava un tassello importantissimo: il comune di Brescia, seconda città della regione e capoluogo della provincia più estesa. Mancava e di nuovo manca; la Leonessa non è uscita dal recinto del Pd e continuerà a fare coppia con Bergamo, altra nota dolens a forte impatto politico-emotivo in un sistema comunale che di fatto costringe al “duopolio” di potere tra la Milano lombarda e la Milano del centrosinistra. Centrodestra al comando a Palazzo Lombardia, con Milano, Bergamo e Brescia su un asse diverso: all’appello mancano i comuni più importanti. Un segnale? Forse sì, nelle città è più difficile puntare gli spilli e anche usare il clamore. E l’anno prossimo toccherà di nuovo a Pavia gestire la questione con le schede nelle urne. Con un quasi assioma: nel piccolo domina la Lega, nel grande no.

75 Total Views 3 Views Today