Ultim'ora

Ciao “Smagia”

Ciao Renzo, in Cielo ora avrai ancora da fare per sistemare strutture e erigere palazzi: era il tuo mestiere e crediamo che nessuno oserà cambiartelo. Ti abbiamo sempre chiamato “Smagia”, senza che tu lo sapessi benché spesso sentissi quel nomignolo fingendo di non averlo udito. Era l’appellativo con cui ti nominavamo ai tempi in cui vestivi la maglia di Consigliere Provinciale, prima che diventassi Senatore. Sono passati più di 45 anni e tu sei sempre stato quell’uomo che ha creduto nel proprio lavoro, nella propria saggezza, nel proprio destino, prima di ogni cosa politica che pure è stata parte importante della tua lunga strada. Non sei mai andato oltre la parola data, segno di sagacia e lucidità; sei sempre stato “uno dell’Oltrepo” che ha guardato a Pavia e che ha visto lontano. Molto lontano. La stima non ti è dovuta per ragioni o per titoli, bensì solo perché hai dimostrato che si può essere Uomini anche dedicando cuore, fegato e muscoli ad un ideale vero, senza pretendere di volare oltre la siepe di una vita con tante riserve. Arrivederci, Smagia.

237 Total Views 2 Views Today