Ultim'ora

Pavia, filibusti e filibustieri

C’è già chi è pronto a fucilare un’amministrazione in carica e chi spara bordate dall’altra parte, per mettere in sicurezza la propria fortezza ancorchè rimasta senza rifornimenti. Sembra la guerra di Cuba, quella combattuta da Spagnoli, Inglesi, Americani, Francesi e… vedi un po’, Pirati. Non stiamo parlando di metà Ottocento, ma del 2019, l’anno che verrà. E di filibusti (apparentemente amici) e filibustieri (sicuramente amici degli altri) si sta riempiendo la piazza pavese, con le sue arcaiche velleità, con i tanti anacronismi e con le solite manfrine.  Un insigne presidente della Provincia, che è ancora lì in piena carica, ci ha detto che le sole elezioni in arrivo sono quelle di 47 amministrazioni provinciali in scadenza (ripristinate ma ancora al voto con la Legge Delrio). Nulla di più sbagliato, anche nella filibusta che egli stesso rappresenta.

114 Total Views 1 Views Today