Ultim'ora

FRASCHINI GREMITO PER LO SPETTACOLO DI GOSPEL PROJECT E ACADEMY

Una serata di beneficenza per sostenere il completamento ed il restauro del Duomo di Pavia

Un meraviglioso connubio di suoni e di danze, su uno dei palcoscenici più prestigiosi d’Italia, il teatro Fraschini di Pavia: LV Gospel Project e Academy (Scuola di Danza Classica di Pavia) hanno dato vita ad una serata spettacolare, con l’obiettivo di sostenere il completamento ed il restauro del Duomo di Pavia. Quasi un migliaio di persone hanno risposto all’invito all’evento, sostenuto dalla Fondazione Fraschini e dal Comune di Pavia ed inserito all’interno del circuito del Festival Borghi&Valli diretto dal maestro Ennio Poggi. Sotto la direzione artistica di Francesco Mocchi e Marilina Piemontese, il coro ed il gruppo di danza hanno spaziato dalla musica classica rivisitata in chiave moderna a quella pop, gospel, dance anni 70-80, con incursioni nel mondo dei musical e dei cartoni animati..dall’Halleluija di Cohen  ad Aquarius dal musical “Hair”, da “Joyful Joyful” a “Happy” e “Can’t stop the feeling” di Justin Tinmberlake è stato tutto un susseguirsi di emozioni in musica, ben rappresentati da un coro che, partito alla fine degli anni 80 dalla corale universitaria Valle di Pavia, di strada ne ha fatta veramente tanta..ed oggi, grazie proprio alla passione per la musica e lo spettacolo a 360 gradi, è in grado di dare vita ad una serata versatile e piena di brio, grazie anche alle coreografie che hanno reso dei cantanti non professionisti molto disinvolti pure nei movimenti sul palcoscenico.

Le allieve della Scuola Academy di Pavia hanno ulteriormente impreziosito la serata, con un grande lavoro di qualità su ogni brano in scena, impreziosito dai video che scorrevano sullo sfondo, come nei grandi musical. Con la conduzione di Diego Bianchi di RMC e gli interventi dell’attrice e regista presso il Teatro delle Chimere Stefania Grossi, da sottolineare anche il supporto fornito dal Service audio-video di Musiclab Milano, a rendere perfetta una serata anche dal punto di vista tecnico, senza alcuna sbavatura. Sul palcoscenico sono intervenuti per i saluti il sindaco di Pavia Massimo Depaoli, l’assessore alla cultura e presidente della Fondazione-Museo Fraschini Giacomo Galazzo, il presidente della Fabriceria della Cattedrale Monumentale Franco Mocchi, la vicepresidente della Fondazione Comunitarie Renata Crotti, che è anche responsabile del Comitato Duomo 530, sorto a Giugno in occasione del 530esimo anniversario di posa della prima pietra della Cattedrale di Pavia, e che organizza una serie di eventi con il progetto “Il Duomo, la sua Piazza e il suo Museo.

20_LV-gospel-Projec-Fraschini-2018

Un progetto per un nuovo Rinascimento”. Gli appuntamenti proseguono per un intero anno di celebrazioni tra conferenze, momenti musicali, visite guidate e altre iniziative; a breve, una volta completati i lavori, verrà aperto anche il Museo Diocesano collegato al Duomo attraverso la Cripta Bramantesca. L’amministrazione e la manutenzione dell’edificio della Cattedrale sono affidate a due organismi giuridici: il Venerando Capitolo per quanto riguarda i beni e la Fabbriceria della Cattedrale Monumentale di S. Stefano Martire per quanto riguarda l’immobile. E proprio la Fabbriceria ha voluto questa serata, che rimarrà impressa a lungo nel cuore dei pavesi e che in molti auspicano possa diventare un appuntamento annuale che unisca due eccellenze del canto e della danza, già applaudite su molti palcoscenici d’Italia.

53 Total Views 1 Views Today