Ultim'ora

APPLAUSI PER ENSAMBLE PAVESE PER BUKAVU

Dal concerto di Vivaldi per due violini ad uno spettacolare medley di canzoni napoletane, passando per le più celebri arie d’opera dal “Barbiere di Siviglia” di Rossini e dal “Don Pasquale” di Donizetti e al mondo dell’operetta, con “La Vedova Allegra” e “Tace il labbro” di Franz Lehar. Il concerto a favore dell’associazione S.O.S. Ospedale Bukavu andato in scena presso l’Auditorium di Lungavilla, ed inserito nel Festival Borghi&Valli, ha riscosso grandi consensi. Protagonisti della serata sono stati Luca Torciani e Maria Grazia Guerra al violino, Ilaria Torciani voce soprano, Gian Maria Franzin, pianista accompagnatore, con un bis che ha visto anche la presenza del tenore Cherubino Boscolo. Presenti numerosi soci della onlus pavese, a partire dalla presidente Elena Simoni: “In Congo ci sono tante emergenze – ha spiegato mostrando le ultime foto arrivate dall’ospedale S. Giuseppe -, per questo ogni mese inviamo un quantitativo di denaro utile per le cure dei bimbi, per sfamarli, per le donne vittime di violenza, per le ragazze tolte dalla strada e che vogliono iniziare una nuova vita..”.

A supportare l’associazione sono arrivati anche i rappresentanti di altre realtà locali, come Byby Lucette della Maison de Bethanie in Togo e Piera e Lorenzo Bassi dell’associazione “Luca per non perdersi nel tempo”. Bello assistere a queste catene di solidarietà, a queste sinergie tra chi si opera per il bene comune, senza alcuno spirito di concorrenza, di rivalità, è stato sottolineato durante la serata dal parroco Don Cesare de Paoli. Bukavu, città della Repubblica Democratica del Congo al confine con il Rwanda, conta 241.000 abitanti. L’associazione S.O.S. Ospedale Bukavu, sorta nel 2002, ha accolto l’invito arrivato del missionario oltrepadano Don Alfredo Ferrari, per raccogliere fondi per la costruzione di un Centro Nutrizionale per bimbi in una zona tormentata da guerre, carestie, malattie di ogni tipo. Da allora la onlus pavese sostiene economicamente questo Centro e numerosi progetti coordinati dalle Suore Dorotee, che operano direttamente sul posto e che ogni giorno di prodigano per salvare tante piccole vite in un paese senza sanità, senza una scuola pubblica, senza una anagrafe e con un altissima mortalità infantile. Intanto i volontari di S.O.S. Ospedale Bukavu pensano alle prossime iniziative, dalle cene solidali alla tombola Sabato 27 Ottobre alle 16 presso S. Maria di Caravaggio a Pavia, fino alla preparazione dei mercatini natalizi da fine Novembre a S. Genesio, Pavia, Salice Terme, Rivanazzano Terme e in altre località della provincia.

Tutti gli aggiornamenti sulla situazione a Bukavu e sull’operato della onlus si trovano sul sito www.bukavu.it

56 Total Views 2 Views Today